Questa è per te mamma!

Non ho avuto un rapporto facile con mia madre, alcune volte anche conflittuale, ma le ho sempre portato rispetto.

Non so perché ma la mamma spesso viene vista come la nemica di turno e quindi i miei ricordi più belli li ho legati a mio padre… Ma oggi vi parlo di lei…

Oggi sono anche io mamma e vi parlo di una mamma guerriera che ha avuto a che fare con la malattia di mio padre da sempre.

Prima l’infarto, poi la dialisi, il trapianto, il diabete e così via…. Eppure lei è sempre stata lì, per le vie dell’ospedale cercando di rassicurare me e mio fratello.

Il suo viso ogni volta si arricchiva di una ruga nuova, ma lei non ci ha mai fatto tanto caso… No, lei pensava a lasciare a noi tutto il bene.

E se non correva dietro a mio padre correva dietro a mio fratello fino a quando, qualche mese fa, gli ha regalato un rene per ridargli la vita. Nove ore di intervento, senza pensarci due volte, perché lui è suo figlio… Questo bastava.

Appena alzata dal letto, con i dolori, un organo in meno e non so quanti punti è scappata in ascensore per andare a salutare mio fratello da dietro un vetro ed accertarsi che stava bene.

Io? Beh forse con me il ruolo più duro. A lei è capitata una figlia dura, una figlia che non lascia trapelare nulla, una figlia che non mostra nulla, una figlia indipendente già a 3 anni quando decidevo se seguirli o prendere e scappare per i fatti miei.

A lei è capitata una figlia sopra le righe che non le importava nulla del parere della gente, che non ha seguito gli schemi, che non si piegava alla società. Ma le è capitata anche una figlia che se la vedeva cadere faceva da materasso, che correva per asciugarle le lacrime, che la ospitava in un letto singolo all’università per farle fare una vacanza.

Una figlia che lavorava il più possibile per regalarle un portafoglio di marca o quel bracciale… Una figlia che ha capito ed è andata oltre.

Ed oggi, cara mamma guerriera, che festeggi i tuoi 60 anni il mio pensiero va a te.

Quanta gente parla senza sapere, quanto gente si fa portare dalla curiosità e dall’ignoranza…. Ma io non ti ho mai chiesto più di un abbraccio perché ciò che mi dovevi da madre me lo hai dato.

Perché oggi sono io mamma e vorrei avere un po’ della tua forza… Perché grazie a te so cadere, ma so rialzarmi, so affrontare le avversità e so amare il nemico…. Perché se sono io lo devo anche a te che in fin dei conti hai sempre creduto in me.

Auguri mamma mia…. Grazie per quello che sei, per quello che mi hai dato, per quello che mi darai, per essere tu la mia mamma.

Immensamente grata ad ogni tua ruga, ad ogni tuo NO, ad ogni tuo Alzati, ad ogni tuo LO PUOI FARE… auguri mamma.

E voi…. Lo avete detto oggi ti voglio bene alla vostra mamma?

Non lo so… Ora però la vado a baciare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...