Che essere speciale che sei mamma

Vedo mamme tirate a lucido anche per scendere al mare… Queste fortunate donne che dopo 9 mesi di gravidanza sono tornate in forma con la stessa semplicità con cui io mangio le patatine. Certo ad oggi poco mi posso lamentare, ma ricordo perfettamente l’ardua salita fatta.

In 9 mesi sono riuscita a mangiare praticamente quasi tutto uno stato americano. Passavo dalla pasta al pane o perché no.. Buona la pasta con il pane. Non ci pensavo più di tanto perché ero convinta di due cose: la prima ovviamente era rivolta a far stare bene i miei twins in grembo. L’altra è che ero una di quelle fortunate. Mangiavo, anche abbondantemente, eppure il mio peso era sempre quello… Io sarei dimagrita subito.

E così piano piano, il corpo tonico e delineato che avevo conquistato negli anni ha lasciato il posto a quello di una mamma di 80 anni… Anche se io di anni ne avevo solo 31.

Il seno praticamente svuotato, una pancia simile allo slime così grande che tutti credevano che fossi ancora incinta, un sedere utile per far atterrare i paracadutisti. Le gambe sempre pesanti, grosse e con le fantastiche vene varicose. Avevo preso troppi chili e li sentivo tutti.

Non ho perso nemmeno un grammo dietro alla vita frenetica di una mamma. Le notti in bianco, la stanchezza, la rassegnazione non facevano che farmi buttare sul cibo. E così dopo il loro prima anno di vita io aspettavo ancora il miracolo…

Non avevo voglia di andare in palestra anche perché non avevo ne forza, ne tempo ne soldi da buttare. Nel tempo libero volevo dormire, recuperare. A tavola buttavo tutto quello che mi andava, tanto avevo già 30 kg in più, cosa cambiava averne altri 2 o 3?

E così aspettando il famoso lunedì un altro anno é passato. Quella ragazza non c’era più, non sarebbe tornata mangiando e aspettando il giorno giusto….

Oggi…. Dopo un anno di lascia e prendi ho trovato il mio cammino. No, non è facile, anzi… Fra poco faranno 4 anni e mamma metterà finalmente il suo jeans… O almeno lo spero.

Quindi miei cari signori, quando vedete una donna, una mamma in carne non ridete. Lei ha rinunciato alla ragazza che c’era in lei per donare la vita, per i propri figli.

Non potete nemmeno immaginare quanto faccia male la schiena, il taglio, i punti, le gambe o guardarsi allo specchio e non riconoscersi… Eppure voi le vedrete sempre sorridere, le vedrete sempre meravigliosamente uniche come solo una mamma sa essere. E tu, donna, alzati, guardati allo specchio… E davvero questa la donna che hai deciso di essere?

Ricordati che solo tu puoi cambiare o restare.. Perché tu sei un essere speciale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...