A nudo

il

Chi è causa del suo male pianga se stesso. Questo è uno di quei proverbi che oggi vorrei urlare ai genitori. Si, anche e soprattutto a me.

Sono cresciuta in una famiglia rigida, patriarcale. Mio padre ufficiale della Guardia di Finanza, mamma casalinga ed economista che poteva dare davvero lezioni a tutti. Mio padre parlava poco, dovevamo capirlo con lo sguardo e non gli piaceva ripetersi sulle cose. Mamma strillava… Ho pensato seriamente di chiamarmi: “Ti uccido”. Ed invece era solo il preannuncio delle botte che stavano per arrivare. Ma non erano violenze, no… Ne fisiche ne psicologiche. Si chiamava educazione. E non ho riportato danni mentali, depressione, poca stime di me o chissà quale cazzata oggi dicano i pedagogisti montessoriani… Io sono una cazzuta. Una che davanti ad un problema non mi faccio seghe mentale ma lo prendo di petto, sono una che punta un obiettivo e lo raggiunge. Perché è questo che mi hanno insegnato i miei genitori. Il rispetto, l’umiltà, il risparmio, il porgere la mano al debole, a non infrangere la legge, a non rispondere male, a combattere per la vita.

Ed indovinate? Me lo hanno insegnato a suon di botte, punizioni, strilli e ciabattate. Insieme a mille ‘no’… E non il classico ‘no’ tanto per dire, io avevo il ‘no’ che detto una volta valeva per sempre. E se mi o univano non c’erano le coccole dopo, c’erano altre botte. E se disubbidivo le botte le riprendevo.

Ed oggi i miei genitori, così duri un tempo, li capisco, ma soprattutto ringrazio. Perché quei ‘no’ e quelle punizioni mi hanno reso oggi una moglie amata, una mamma instancabile, un’economista domestica, un’amica… Ma soprattutto mi hanno resa una figlia, che quando guarda gli occhi stanchi ed invecchiati oggi dei proprio genitori ne resto estasiata perché vedo tutti sacrifici fatti per avermi tirata su così, per avermi regalato i loro anni più belli, per i ‘no’ che hanno detto soffrendo più di me.

Ed oggi io da mamma-bis, non so se riuscirò a dire quei ‘no’, ma di sicuro sono certa che avranno dei nonni eccezionali, come li ho avuti io.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...