La domenica a casa mia

È sempre stato quasi come un rito. C’erano pranzi che iniziavano ad essere preparati il sabato sera e quelli invece ai quali bastavano solo 5 o 6 ore. Non ne ho mai capita davvero l’esigenza, ma andava fatto e partecipavo a questo rito folle della mia famiglia. Il 90% delle domeniche a tavola sfilava la carne, al sugo, mista di ogni essere vivente, forse anche umano. Le altre volte, ovviamente la vigilia di Natale e qualche raro episodio forzato, mia mamma preparava il pesce. Abitiamo suo mare eppure, non c’era verso, la domenica era ‘carnivora’. Infatti devo il mio fisico alfatto che puntualmente non mangiavo. A me la cerne non piace, non per scelta etica o chissà quale valore…. Non mi piace e basta. E così, alle 12.40 dovevi essere a casa, apparecchiare la tavola (tu 6 la donna, tu la fai), ed alle 13 tutti a tavola. Mio padre non accettava scuse. Ore 15, incazzata per non aver mangiato ovviamente tocca a me sistemare mentre mamma fa i piatti, papà riposa sul letto e mio fratello sul divano. E così di domeniche in domeniche. Ora sono sposata, ho i figli, preferisco fare tardi al mare più che preparare lunghi pranzi elaborati, continuo a preferire il pesce alla carne, eppure anche oggi è domenica, anche oggi si mangia a casa di mamma 😄

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...