Sorrisi rubati

il

Di solito da scuola li riporta mio marito… Così anche oggi. La macchina è arrivata ed io sono scesa dalle scale per venirvi a prendere. Sarà il caldo o semplicemente il vostro naturale bisogno, ma ovviamente stavate dormendo. Il sonno profondo ti aveva rapita piccola Arianna. Ho aperto lo sportello delicatamente, mi sono avvicinata per prenderti in braccio e portarti su, nel tuo lettino. Il mio pensiero era tenerti al fresco. Delicatamente il mio viso si è avvicinato al tuo, hai respirato a pieni polmoni, come se mi avessi riconosciuto, come se il profumo della mia pelle fosse droga per te. Hai aperto i tuoi occhi blu che si sono fermati nei miei. Mi hai sorriso e mentre richiedevo gli occhi, sicura che tra le mie braccia nulla potesse succedere… Hai richiuso gli occhi ed hai detto quella parola che detta da te mi riempie la vita: mamma… Ed è così che tutto diventa meravigliosamente unico

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...